Perché oggi i video aziendali possono fare la differenza

I video aziendali, mai come oggi, rappresentano una risorsa potenzialmente molto incisiva per un business, uno strumento efficacissimo per fare branding, diffondere il marchio aziendale, farsi conoscere, stringere legami saldi con gli utenti. Investire in video editing è una scelta che convince, comprovata da case history di successo e dai flussi di traffico del web, che mostrano come essi rappresentino i contenuti digitali maggiormente in grado di fare presa sul pubblico in termini di clic e di interazioni.

Orientarsi all’obiettivo

L’attività di realizzazione video aziendali deve essere orientata a un obiettivo, delineato in modo preciso ed efficace. In termini concreti, ciò significa che un corporate video deve essere pensato e progettato attraverso un’accurata analisi del brand, del pubblico, dell’identità aziendale.

Un business video non può essere una fotografia asettica della realtà d’azienda ma puntare al cuore dell’impresa oltre che a quello degli utenti. Il primo step è rappresentato dall’individuazione dei punti di forza del marchio, su cui la clip deve fare leva facendo emergere i valori che rendono la società ciò che è. Ma non basta: una video-presentazione può essere considerato una sorta di biglietto da visita, buono per trasmettere un’idea di professionalità, ma difficilmente spendibile sui social come motore per acquisizioni e branding.

L’importanza dello storytelling aziendale

Il concetto di riferimento è quello dello storytelling: un’azienda deve avere una storia da raccontare, attraverso cui mostra se stessa e le sue virtù, i suoi valori e i suoi punti di forza, ripercorre la sua storia e la mostra al pubblico in toni enfativi. Si tratta di una leva motivazionale ed emozionale utilizzata in pressoché tutti i settori che hanno a che fare con il pubblico, si pensi alla politica e alle narrazioni utilizzate durante le campagne elettorali, sempre più simili ad epopee piuttosto che a programmi operativi.

Qualità e diffusione

Il principio che orienta le attività di video editing è la qualità: riuscire a fare pop out nell’attenzione degli utenti è sempre più complicato, la concorrenza è incalcolabile e convincere gli utenti a dedicare il proprio tempo richiede un approccio che sia teso a distinguersi, a offrire qualcosa di inedito e originale. Divertire, informare, sorprendere o emozionare sono i mezzi attraverso cui sfondare la barriera dell’indifferenza, l’alternativa è l’oblio della rete, l’alternativa è il video copertina, buono per darsi un tono e poco più, un investimento in termini di denaro e di tempo che, molto probabilmente, non sarà ripagato dai risultati.

Share this post:

Recent Posts

Comments are closed.