Volantinaggio vincente: ideare, realizzare, distribuire

Il volantinaggio, anche oggi, non ha perso la propria efficacia. Perché un flyer possa rivelarsi efficace, però, è bene tenere a mente diversi aspetti. Ecco come strutturare una campagna di volantinaggio ben pensata e strutturata in tre fasi: ideazione, realizzazione e distribuzione.

Ideazione

L’ideazione è la fase cruciale poiché pone le basi per tutto il lavoro che ne segue. Durante la prima fase occorre avere ben chiari quali sono gli obiettivi della campagna (aumentare le vendite, promuovere un evento, annunciare una nuova apertura, ecc.) e, in funzione di esso, il target cui ci si rivolge. In base a ciò, andrà adattato tutto il resto dal punto di vista stilistico e contenutistico. Qui occorre chiedersi: di cosa voglio parlare? a chi mi rivolgo? qual è il modo più efficace di dirlo?

Realizzazione

La realizzazione del flyer passa per l’espletazione di tutta una serie di fattori. Lo stile di scrittura e di comunicazione individuato nel corso della prima fase ora deve assumere sostanza: occorre individuare un linguaggio che piaccia alla gente e che, allo stesso tempo, sia anche coerente con lo stile e l’identità del marchio.

Dal punto di vista grafico vanno curati il bilanciamento tra immagini e testi (senza esagerare con i contenuti scritti), il font, i colori, le immagini. Ogni dettaglio deve essere valutato al meglio i considerazione dell’obiettivo finale. Un approccio intelligente consiste nel raccogliere feedback da parte di soggetti esterni ed, eventualmente, apportare delle modifiche sulla base dei consigli ricevuti.

Anche la fase di stampa è importante: una scarsa definizione o una qualità misera della carta utilizzata può compromettere l’efficacia del contenuto e, per tale ragione, si consiglia di non badare troppo al risparmio; in ogni caso, su internet è possibile risparmiare non poco avvalendosi del servizio di stampa volantini online.

Distribuzione

La fase di distribuzione è, in un certo senso, quella della semina: attenzione a dove semini! Le modalità e i luoghi di consegna devono essere scelti con raziocinio. Se il target è individuato è giovanile sarà consigliabile predisporre una catena di distribuzione che interessi università, biblioteche, discoteche e, in generale, posti di aggregazione dei giovani; una promozione che si rivolge alle famiglie dovrebbe orientarsi verso parchi, centri commerciali e luoghi adatti a intercettare il target selezionato.

Si consiglia di avvalersi della consegna a mano, certamente più efficace perché agisce direttamente sulla persona e garantisce una percentuale di visualizzazione nettamente più alta rispetto alle distribuzioni porta a porta o sui parabrezza delle auto in sosta.

Share this post:

Recent Posts

Comments are closed.