Protocollo HTTPS

Protocollo HTTPS

La connessione con il protocollo HTTPS, per quanto sia conosciuta dagli appassionati del settore, non gode di una grande popolarità tra i meno esperti, eppure senza di essa la navigabilità in Rete sarebbe seriamente compromessa. Prima di essa infatti vi erano una serie di problemi con la privacy in Rete che spesso veniva "rubata" da pirati informatici sempre pronti a dimostrare la falla nel sistema che invece era stato presentato come una fortezza per quanto riguarda la sicurezza dei dati. La preoccupazione di milioni di utenti era strettamente connessa con il fatto che per tutelare queste informazioni sensibili era stato creato un apposito sistema che però si era rivelato incompleto.

A tal proposito in origine fu creata una connessione HTTP (HyperText Transfer Protocol) con l'intenzione di proteggere la nostra navigazione grazie all'uso combinato di una serie di certificazioni web e codici di crittografia. In pratica potevamo accedere a numerosi funzioni in Rete come quella di leggere notizie on line o semplicemente postare foto sui social grazie alla connessione con questo tipo di protocollo. D'altronde l'acronimo HTTP voleva proprio indicate uno specifico protocollo di trasmissione di documenti ipertestuali che in poche parole si occupava di trasferire le pagine web dal server al browser scelto dagli utenti per accedere ai contenuti Internet. Purtroppo però questo sistema apparentemente efficiente e funzionale scoprì di avere un grande limite e cioè la sicurezza dato che la trasmissione dei dati e quindi anche le password e le relative informazioni bancarie erano piuttosto trasparenti in Rete, qualunque hacker avrebbe potuto intercettare la nostra navigazione e rubare quei dati.

Ecco allora che fu creata una versione evoluta dell'HTTP e cioè l'HTTPS le cui differenze sono poche ma significative, dato che l'unico elemento che le distingue sta in una maggior sicurezza dei dati e soprattutto delle relative informazioni personali. In pratica è stato implementato il protocollo TLS, in grado di assicurare la crittografia delle informazioni ma soprattutto di riconoscere l'identità del portale web che si sta visitando. Su questa lunghezza d'onda l'HTTPS si configura come un protocollo vantaggioso caratterizzato da due due diversi strumenti di sicurezza informatica che rientrano nella Transport Layer Security. Di conseguenza da un lato impiegando i certificati TLS rilasciati da verificatori terzi in pratica si attesta la reale “identità” del portale e in questo modo l'utente evita di subire un attacco phishing, assicurando la massima protezione ai propri dati sensibili.

Dall'altro lato si tende a sfruttare gli avanzati protocolli di crittografia che sono l'arma più efficace che abbiamo per contrastare gli attacchi degli hacker sempre pronti a creare nuovi espedienti per sottrarre utili informazioni inviate e ricevute, come per esempio le credenziali di posta elettronica,i dati del conto corrente bancario o  anche quando si versano dei soldi in un sito di scommesse. Insomma grazie alla connessione con il protocollo HTTPS la nostra navigabilità ma soprattutto la nostra privacy è maggiormente tutelata.

Share this post:

Recent Posts

Leave a Comment